Wednesday, March 26, 2008

La parabola estetica della sinistra

Per non farci mancare niente, anche il tenutario ha messo su il video trash (perché è trash, no? è fatto apposta così, vero?) che oggi in rete appassiona un po' tutti. Certo, lo posto, però non insozzando questo pagina candida...

5 comments:

Massimo said...

a proposito di trash, immagino tu conosca gli Altoforno

Dust said...

non che io sia una persona particolarmente seria, ma questa massa di ironia sempre più fiacca che sembra zavorrare come un carico di sabbia bagnata qualsiasi comunicazione appiattendola tutta (il video, mutatis mutandis, potrebbe essere del pdl come di chiunque altro) mi ha parecchio nauseato. E naturalmente c'è sempre la scappatioa del "ma era uno scherzo". Nessuno sembra disposto a dire qualcosa del tipo "così volli che fosse", o anche solo "non so proprio fare di meglio". Sarebbe ora anche di liberarci del trash, o meglio di qualsiasi interesse per il trash

OT: scopro ora con piacere questo blog, sulla scia di un tuo commento su stamparassegnata che ha vinto il mio Make My Day Award. Accennavi ad un reportage di D.F.Wallace incluso in "Considera l'aragosta". Nella stessa raccolta ho trovato bellissimo un saggio sull'autorevolezza - su quali basi si forma e quali elementi deve / non deve comprendere. Ampiamente declinabile anche in contesti diversi dalla grammatica inglese, come il web o le recenti patetiche polemiche della Carlucci

Alessandro Lanni said...

@massimo, sì, me li hai fatti conoscere tu!
@dust, non ho capito se ce l'hai con quelli che fanno i video trash o con quelli che i video trash li giudicano. in ogni caso, I'm Pd è veramente un brutto slogan. Senza metterci nessuna retorica mi pare abbiano ragione quelli che dicano che esista una qualche tendenza alla berlusconizzazione a sinistra. Quel video ne è un esempio chiaro.

boh said...

ciao alessandro,
ti scrivo qua perchè non ho trovato la tua mail (!). Ho letto stamattina il tuo articolo su Nòva.

Ma come fai a parlare di web e poi scrivere "Sylicon" Valley con la Y ????! E poi proprio alla prima riga dell' articolo!!

ciao
Nicolò

Alessandro Lanni said...

Caro Nicolò, e c'hai ragione pure te. Speriamo che la maestra De Biase mi lasci la parola ancora in futuro!